50% di sconto su TUTTI i piani per i primi 3 mesi, iscriviti entro il Prime Day! Inizia la tua prova gratuita oggi

6 consigli per migliorare la gestione dell’inventario Amazon per i venditori FBA

improve amazon fba inventory management

Essere un venditore FBA richiede di gestire efficacemente l’inventario mentre entra ed esce dai magazzini di Amazon. Solo questo compito richiede un’attenzione costante e può essere difficile da monitorare 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

In questo articolo esploreremo le strategie per migliorare e semplificare la gestione dell’inventario Amazon.

Perché la gestione dell’inventario Amazon è importante?

In qualità di venditore Amazon FBA, gestire l’inventario non significa semplicemente immagazzinare i prodotti e venderli. È in atto un processo dinamico che richiede diligenza e pianificazione strategica. Vediamo brevemente perché la gestione dell’inventario Amazon è fondamentale per la vostra attività.

Aumento delle prestazioni di vendita

La gestione attiva dell’inventario vi permette di garantire che i vostri prodotti siano sempre disponibili per l’acquisto. Monitorando i livelli di inventario, è possibile prevenire potenziali esaurimenti di scorte, mantenere una catena di approvvigionamento sana e sfruttare le opportunità di vendita senza interruzioni.

Mantenere l’idoneità alla Buy Box

Come forse saprete, la Buy Box è un’ambita funzione di Amazon che influenza in modo significativo le vendite. La gestione continua dell’inventario aiuta a soddisfare le metriche di performance di Amazon, come la velocità di evasione e il tasso di difettosità degli ordini, che sono fattori cruciali per l’idoneità alla Buy Box. Tenendo sotto controllo l’inventario, è possibile aumentare le possibilità di aggiudicarsi la Buy Box e di incrementare le vendite.

Ridurre al minimo i costi di stoccaggio

Poiché Amazon addebita le spese per lo stoccaggio delle scorte nei suoi centri di adempimento, queste spese possono accumularsi molto rapidamente se le scorte non sono gestite in modo efficiente. Tenendo sotto controllo i livelli di inventario e regolandoli in base alla domanda, è possibile ridurre al minimo i costi di stoccaggio evitando le spese di stoccaggio in eccesso e ottimizzando i tassi di rotazione delle scorte.

Prevenzione delle scorte e delle vendite perse

Gli stockout si verificano quando l’inventario si esaurisce prima dell’arrivo di nuove scorte, con conseguente perdita di vendite e potenziali danni alla vostra reputazione. Una gestione efficace dell’inventario aiuta a prevenire gli stockout fornendo Approfondimenti sui livelli di inventario e sulla velocità delle vendite, consentendo di riordinare le scorte in modo tempestivo e di soddisfare la domanda dei clienti senza interruzioni.

Miglioramento del flusso di cassa

Evitando di accumulare scorte e di vincolare il capitale in eccesso, è possibile allocare le risorse in modo più efficiente, investire in iniziative di crescita e migliorare le prestazioni finanziarie complessive dell’azienda. Al contrario, un approvvigionamento insufficiente può portare alla perdita di opportunità di vendita e all’insoddisfazione dei clienti.

*Aggiornamento 2024: tassa sull’inventario di basso livello*

A partire da gennaio 2024, Amazon ha introdotto la tariffa di basso livello per l’inventario, che viene applicata al vostro account se avete spesso quantità insufficienti di qualsiasi SKU. Questa misura mira a garantire che i venditori mantengano scorte adeguate dei loro articoli, evitando così scenari di “out-of-stock” e migliorando l’esperienza degli acquirenti con una disponibilità più costante.

Per saperne di più su Repricer:

6 consigli per gestire correttamente l’inventario FBA

Come si può notare, una gestione efficiente dell’inventario di Amazon non solo può migliorare le operazioni commerciali, ma può anche attirare l’attenzione di Amazon sulla vostra capacità di vendere e rifornire rapidamente i prodotti. Questo, a sua volta, può incrementare le metriche del venditore, aumentando le possibilità di aggiudicarsi la Buy Box rispetto ad altri venditori e, in ultima analisi, portare a maggiori vendite.

Ecco 6 consigli per aiutarvi a gestire e migliorare il vostro inventario.

1. Puntate a mantenere un inventario di circa 60 giorni.

tenere un inventario di 60 giorni

La maggior parte dei venditori Amazon raccomanda di tenere a disposizione un inventario di circa 60 giorni per garantire una fornitura costante che copra i volumi di vendita previsti.

In questo modo non solo si evita un eccesso di scorte, ma si previene anche il temuto scenario dell’esaurimento delle scorte. Per valutare con precisione il volume delle vendite, è consigliabile utilizzare i rapporti sull’inventario di Amazon e monitorare attentamente il tasso di sell-through (la percentuale di inventario venduta in un determinato periodo).

Inoltre, è fondamentale prestare attenzione all’età dell’inventario, poiché Amazon considera i prodotti con più di 90 giorni di fornitura o almeno un’unità con più di 90 giorni di età come inventario in eccesso. Amazon incoraggia i prodotti a entrare e uscire entro un periodo di 90 giorni, in quanto un eccesso di scorte può avere ripercussioni sul punteggio IPI (Inventory Performance Index) e può comportare spese di stoccaggio a lungo termine, in particolare se si utilizza il programma FBA di Amazon.

A titolo di esempio, diciamo che avete analizzato i dati storici delle vendite e le tendenze del mercato per vedere la domanda dei vostri accessori elettronici.

Su questa base, si stabilisce che è necessario mantenere sempre un minimo di 1.000 unità in magazzino per coprire 60 giorni di vendite.

Si comunica quindi con il fornitore, che ha un tempo di consegna di 30 giorni per produrre e consegnare gli accessori. Dovrete quindi negoziare con il fornitore per accelerare i tempi di consegna migliorando i programmi di produzione e di spedizione.

Calcolate un livello di scorta di sicurezza di 200 unità per tenere conto della variabilità della domanda e dei potenziali ritardi nella catena di fornitura e quindi avete un punto di riordino di 800 unità, che attiva un ordine di rifornimento quando il livello delle scorte scende al di sotto di questa soglia.

Quindi programmate gli ordini di rifornimento con il fornitore ogni 60 giorni per mantenere un flusso costante di scorte.

Questo, ovviamente, varia a seconda dei prodotti che si vendono.

2. Una comunicazione coerente con il vostro fornitore è fondamentale

mantenere la comunicazione con il vostro fornitore

Una partnership forte con i fornitori garantisce responsabilità, un flusso costante di forniture, lo scambio di Approfondimenti sul mercato e la preparazione a sfide impreviste. Inoltre, apre le porte a negoziazioni su condizioni favorevoli come punti di riordino, quantità minime d’ordine o tempi di consegna accelerati nei periodi di alta domanda.

Per mantenere in movimento questo aspetto della catena di approvvigionamento, è meglio organizzare riunioni regolari, settimanali o bisettimanali. Questi importanti incontri servono a tenere informati sia voi che il vostro fornitore su eventuali fluttuazioni della domanda dei vostri prodotti, comprese le prossime promozioni o eventi di vendita online come il Prime Day o il Black Friday.

3. Ridurre la domanda di prodotti se le scorte sono scarse

In queste situazioni, spesso ci si trova di fronte al dilemma di mantenere la velocità delle vendite garantendo al contempo un’ampia copertura delle scorte fino al rifornimento. Per mantenere le entrate è necessario avere scorte disponibili e pronte per la spedizione. È qui che strumenti come Repricer possono essere d’aiuto.

Repricer può adattare strategicamente i prezzi dei vostri prodotti in modo che la vostra strategia di prezzo sia meno competitiva. Questo può comportare un calo delle vendite e può sembrare controintuitivo, ma ha lo scopo fondamentale di prolungare l’inventario rimanente fino all’arrivo di nuove scorte.

Automazioni per coperture di magazzino

Rallentando deliberatamente le vendite durante una carenza, si possono evitare gli stockout, evitando le conseguenze associate, come la perdita della Buy Box o, peggio, il danneggiamento delle metriche dei venditori.

4. Ridurre le scorte in eccesso che non vengono vendute

Le scorte in eccesso vincolano il capitale, comportano costi di stoccaggio e rappresentano un rischio di obsolescenza. Razionalizzando i livelli di inventario e riducendo al minimo le eccedenze, è possibile allocare le risorse in modo più efficiente, ridurre i costi di gestione e liberare capitale circolante per altri aspetti critici dell’azienda.

Offrite promozioni o sconti per stimolare la domanda di eventuali scorte in lento movimento. Sì, forse non otterrete lo stesso profitto, ma sposterete rapidamente l’inventario e aumenterete i vostri profitti.
Inoltre, considerare la possibilità di liquidare le scorte in eccesso attraverso vendite di liquidazione o altri canali di vendita. Sebbene ciò possa comportare margini inferiori, può aiutare a liberare spazio e capitale per un inventario più redditizio.

5. Pianificare gli imprevisti

Si tratta di un passo necessario per migliorare la gestione dell’inventario, ma può essere un’arma a doppio taglio. Da un lato, mantenendo uno stock di riserva e anticipando le impennate inaspettate della domanda, come nel caso del Prime Day o se un prodotto venduto è diventato improvvisamente virale sui social media, dovete assicurarvi di avere a disposizione le scorte necessarie per soddisfare rapidamente gli ordini dei clienti, prevenendo eventuali esaurimenti di scorte.

Tuttavia, il rovescio della medaglia è che avere scorte in eccesso che rimangono in magazzino può essere costoso. Non solo si vincola il capitale, ma si pagano anche costi di stoccaggio aggiuntivi, soprattutto se si utilizzano servizi come FBA. Trovare il giusto equilibrio tra preparazione ed eccesso di scorte è difficile, ma fondamentale.

6. Utilizzare un software di gestione dell’inventario

utilizzare un software di gestione dell'inventario

L’utilizzo di un software di gestione dell’inventario come Linnworks può migliorare notevolmente l’efficienza e l’efficacia della gestione dell’inventario. Offre una serie di vantaggi che contribuiscono a semplificare la gestione dell’inventario, quali:

Visibilità in tempo reale: Fornisce una visibilità aggiornata sui livelli delle scorte, aiutandovi a rimanere informati sulla quantità e sullo stato di ciascun prodotto in qualsiasi momento. In questo modo si eliminano le congetture e si riduce il rischio di stockout o di eccesso di scorte.

Automazioni di tracciamento: Automazione di varie attività legate all’inventario, come l’aggiornamento dei livelli delle scorte, la generazione di ordini di acquisto e la gestione dei punti di riordino. In questo modo si risparmia un’enorme quantità di tempo e si riducono al minimo gli errori umani.

Previsione della domanda: Molti strumenti di gestione delle scorte includono funzioni di previsione della domanda, che utilizzano dati storici e tendenze per aiutarvi a prendere decisioni informate sui livelli delle scorte e sulle quantità di riordino.

Queste sono solo alcune delle caratteristiche principali offerte dai sistemi di gestione dell’inventario, che tuttavia offrono un’ampia gamma di vantaggi aggiuntivi per aiutarvi a gestire efficacemente il vostro inventario.

Pensieri finali

Come si può notare, una gestione efficace dell’inventario non si limita a ridurre le spese di magazzino, ma può migliorare significativamente la traiettoria della vostra azienda mantenendo o raggiungendo migliori metriche di vendita, incrementando in ultima analisi le vendite e assicurandosi un maggior numero di Buy Box.

Gestire le scorte significa essere proattivi e anticipare le variazioni della domanda di prodotti, rimanendo informati sui cambiamenti del settore, come le interruzioni delle spedizioni, gli scioperi nazionali o internazionali o le tensioni geopolitiche, che possono ripercuotersi su tutta la catena di approvvigionamento.

L’utilizzo di Repricer.com per la gestione dei prezzi può garantire il mantenimento di scorte sufficienti fino al momento del rifornimento, per poi essere pronti a ottimizzare le vendite e i profitti quando le scorte sono complete. Provatelo oggi stesso con una prova gratuita di 14 giorni.

repricer prova gratuita acquistare box cta
Ronan White
Ronan White
SEO and content marketing executive at Repricer. Loves cycling, cinema, a few beers and all things outdoors.
Condividi questo articolo
Una soluzione dedicata per aiutare i rivenditori online a crescere più velocemente e a vendere di più!

Repricer

Riprezzamento automatico su Amazon per rimanere competitivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Vincete la Buy Box e moltiplicate i vostri guadagni. Per saperne di più...

Prova gratuita di 14 giorni

Non è richiesta la carta di credito

I più popolari
Indice dei contenuti

Altro da esplorare

See our Privacy Notice for details as to how we use your personal data and your rights.