10 Strategie di Amazon Repricing per i venditori FBA nel 2023

Strategie di repricing di Amazon

Sapevate che in media ogni giorno su Amazon avvengono circa 2,5 milioni di variazioni di prezzo, ovvero una ogni 10 minuti? Si tratta di Amazon Repricing.

Non sorprende però che la concorrenza su Amazon sia sempre stata piuttosto agguerrita e che gli acquirenti siano fortemente influenzati dal prezzo, fattore critico nella maggior parte degli acquisti.

La maggior parte dei navigatori su Amazon non noterà nemmeno queste piccole modifiche e strategie di repricing, poiché il costante stato di cambiamento è straordinariamente sottile e non scoraggerà gli acquirenti.

Per gli acquirenti è impercettibile, ma per le aziende è necessario apportare queste modifiche perché le variazioni di prezzo dei concorrenti sono inevitabili e il repricing può aiutarvi a rimanere competitivi in un mare di venditori.

Garantire che i vostri prodotti abbiano un prezzo corretto e competitivo è uno degli elementi più essenziali per il vostro successo. Dopotutto, se il prezzo dei vostri prodotti è troppo alto, nessuno li acquisterà. Se il prezzo è troppo basso, le vendite aumenteranno, ma non si otterrà alcun profitto!

Dovete massimizzare le vendite, il che implica la creazione di una strategia di prezzo che vi assista e che, in ultima analisi, vi aiuti a conquistare e mantenere la Buy Box.

La Buy Box è il Santo Graal di Amazon! Se siete in concorrenza con più venditori, solo uno di voi può effettivamente aggiudicarsi la casella di acquisto: in altre parole, diventate il venditore più in vista e quello che ha maggiori probabilità di aggiudicarsi ogni vendita.

È qui che entra in gioco il repricing! Il repricing di Amazon è un processo che consente di modificare regolarmente i prezzi dei prodotti per garantire la competitività. Questo può essere fatto manualmente o automaticamente con un software di repricing per darvi un vantaggio reale sulla concorrenza.

È molto bello cambiare i prezzi, ma ovviamente il prezzo dei vostri prodotti sarà stabilito in base ai vostri costi.

Perché sono necessarie strategie di repricing su Amazon

Come sapete, i vostri costi non rimarranno mai statici e fluttueranno a causa di una serie di fattori. Ma sono questi costi che determinano in ultima analisi l’entità dei profitti. I costi significativi che incidono sui prezzi dei prodotti includono:

  • Il costo iniziale del prodotto, sia che venga fabbricato da zero, sia che venga acquistato da un distributore o da un grossista, costituirà una parte della vostra “linea di fondo”. I fattori che possono influenzare i profitti sono le variazioni dei costi di ricerca e sviluppo, dei materiali e dei trasporti.
  • Domanda e offerta: Se siete tra i primi venditori a introdurre un prodotto popolare, potrete applicare un prezzo iniziale elevato. Tuttavia, quando un maggior numero di venditori inizia a entrare nel mercato, anche se la domanda rimane elevata, i prezzi diminuiscono perché gli acquirenti hanno più opzioni.
  • Commissioni Amazon: Le vostre tariffe Amazon avranno un ruolo fondamentale nelle vostre decisioni di prezzo. Dovrete tenere conto dell’abbonamento mensile ad Amazon Pro di 25 sterline + IVA, delle spese di vendita che partono dal 15%, delle spese di spedizione e, naturalmente, delle spese di Amazon FBA per l’immagazzinamento e l’adempimento, se applicabili.
  • Spese per vendite e offerte: Nel corso dell’anno ci sono diverse occasioni in cui vorrete offrire “offerte” ai vostri clienti. In particolare, il Black Friday, l’Amazon Prime Day e, naturalmente, le promozioni stagionali che potete programmare a Natale per dare una spinta alle vostre vendite.

Tenere sotto controllo questi costi, controllare i numeri e fissare i prezzi di conseguenza è una strategia che vi permetterà di stare davanti ai vostri concorrenti. Conoscendo i vostri numeri, potrete implementare più facilmente le strategie di repricing!

Quindi, prima di esaminare alcune strategie di repricing, c’è un aspetto importante da tenere in considerazione.

Valutare quali prodotti necessitano di una strategia di repricing e stabilire le priorità

I prodotti che “si attaccano” devono avere la massima priorità, perché non si vuole che le scorte morte rimangano in magazzino per mesi. Dovreste anche esaminare i vostri prodotti più costosi per ridimensionarli e renderli più convenienti, in modo da rilanciare le vendite.

Valutando e dando priorità a quali prodotti lavorare, sceglierete quelli che possono fare davvero la differenza per i vostri profitti.

Ma bisogna anche evitare a tutti i costi una “corsa al ribasso”!

Sì, i consumatori sono attenti ai prezzi e la pubblicità dei vostri prodotti a prezzi vantaggiosi è ovviamente interessante per molti. Tuttavia, il prezzo basso non è sinonimo di valore e i consumatori ne sono ormai consapevoli.

È facile controllare più venditori online con un semplice clic, per cui i confronti sono semplici da fare. Molti acquirenti non guardano solo al prezzo. La qualità dei prodotti ha un’alta percentuale, perché i prezzi stracciati sono psicologicamente associati a prodotti scadenti.

Anche i tempi di spedizione saranno presi in considerazione, perché tutti vogliamo che tutto sia consegnato ieri, seguiti a ruota dal desiderio di un elevato livello di servizio al cliente.

Gli acquirenti guardano anche le recensioni e le risposte, per cui è sempre possibile che, pur avendo fissato il prezzo più basso, non sia garantita la vendita.

Ricordate: non dovete sempre essere il venditore più economico.

Anche se è possibile effettuare il repricing manualmente, è un po’ complicato! Dovrete fare ogni giorno una copiosa analisi dei concorrenti, modificare le vostre inserzioni su Amazon ed essere totalmente in linea con ogni aspetto del vostro pricing.

Inoltre, se passate tutto il tempo ad analizzare i vostri concorrenti, non troverete il tempo di far crescere la vostra azienda e di concentrarvi su aspetti di marketing fondamentali.

Per fortuna, il repricing non è più un’operazione manuale. Con un software di repricing facile da usare, potete avere il pieno controllo della vostra strategia di repricing e stare tranquilli sapendo che rimarrete sempre competitivi qualunque sia la mossa della concorrenza più vicina.

L’utilizzo di una soluzione software di repricing come Repricer.com è una mossa intelligente che vi garantirà di rimanere competitivi senza la corsa al ribasso.

Il software di repricing, in parole povere, modifica i prezzi dei prodotti per conto dell’azienda utilizzando strategie prestabilite, come ad esempio il possesso della casella di acquisto o la vendita di una quantità specifica di prodotti in un determinato periodo di tempo. I dati di mercato vengono raccolti e valutati automaticamente e il software di repricing imposta i prezzi di conseguenza.

Una volta che ci si impegna a utilizzare un software di repricing, è necessario disporre di strategie di repricing per assicurarsi di ottenere i migliori risultati.

Strategia di prezzo

10 strategie di repricing per aumentare i vostri profitti

1. Impostare un prezzo minimo e massimo

Questo è un passo essenziale. Scegliete il prezzo più basso e quello più alto a cui vi sentite a vostro agio nel vendere il vostro prodotto e il vostro software di repricing modificherà automaticamente i prezzi nella gamma impostata in base all’offerta dei vostri concorrenti.

Inoltre, impedirà ai prezzi di scendere troppo in basso. Soprattutto, il software aumenterà automaticamente il prezzo quando la domanda è alta e l’offerta del prodotto è bassa, ad esempio quando il vostro concorrente non ha più scorte.

2. Creare le proprie regole di repricing

Per fare questo, è necessario conoscere lo scopo del repricing!

Ad esempio, se volete essere supercompetitivi e prezzare sempre il vostro prodotto rispetto al concorrente con il prezzo più basso, potete creare una regola che faccia proprio questo. In questo modo vi mettete nella posizione migliore per aggiudicarvi la “Buy Box”, che come sapete è di solito la chiave per ottenere la vendita.

Se il vostro concorrente vende a un prezzo inferiore a quello minimo che avete impostato all’interno dei vostri prezzi minimi e massimi, il software di repricing abbinerà il vostro prezzo a quello del concorrente successivo più vicino al vostro importo minimo.

E quando vi aggiudicate la Buy Box, potete stabilire le vostre regole per assicurarvi di rimanere competitivi e mantenere la Buy Box.

Tutto questo è automatizzato e può essere impostato aggiungendo regole precise all’interno del vostro software di repricing.

3. Scegliere con cura la concorrenza

Davvero, non si vuole competere con tutti. Non solo è una corsa al ribasso garantita che dovete evitare a tutti i costi, ma non ha nemmeno senso.

Se siete un venditore FBA, non siete comunque in concorrenza con i venditori non FBA, quindi possono essere esclusi. Scegliendo con chi competere, è più facile rimanere redditizi e rispettare il proprio target di prezzo.

4. Assicuratevi di vincere la Buy Box

Sapete già che la conquista della Buy Box farà aumentare automaticamente le vostre vendite e che il repricing vi manterrà senza dubbio. Per questo motivo, è necessario fare ogni sforzo per raggiungerlo inizialmente.

Per aiutarsi, fare quanto segue:

  • Scegliete l’FBA – Amazon ama i venditori FBA perché sono responsabili di tutti gli aspetti dell’FBA e sanno che sarà garantito un servizio eccezionale.
  • Siate dei venditori santi: un alto tasso di adempimento e un basso numero di resi e rimborsi vi aiuteranno a raggiungere la Buy Box.
  • Mantenete un inventario completo: se non avete scorte non potete avere la Buy Box. È così semplice. Quindi, non esaurite le scorte e non rischiate che il vostro concorrente prenda il sopravvento!

5. Le condizioni contano!

Se i prodotti che vendete non sono nuovi di zecca, non dimenticate di tenere conto delle loro condizioni. Non potete e non dovete automatizzare la strategia di riprezzamento di un articolo usato rispetto a un articolo nuovo.

6. I dati sono i vostri migliori amici

Anche se il vostro software di repricing farà il lavoro duro per voi, non c’è niente di male a tenere d’occhio la concorrenza. Non è necessario dedicare molto tempo all’analisi dei dati, ma un controllo settimanale consente di mettere a fuoco le strategie e di adeguare di conseguenza le regole di repricing.

7. Non dimenticate la spedizione

Quando stabilite le regole di repricing, i prezzi minimi e massimi, tenete presente i prezzi totali dei prodotti dei vostri concorrenti. In altre parole, i costi di spedizione. Il software di repricing considera i costi nel loro complesso.

8. Non compiacersi

Se si è l’unico venditore di un annuncio, si è tentati di interrompere il repricing e di fissare un prezzo elevato: in fondo, non si hanno concorrenti.

Tuttavia, se vi attenete al repricing, aumenterete i vostri margini di profitto netto perché saprete esattamente cosa chiede il mercato e sarete immediatamente competitivi non appena tornerà la concorrenza.

9. Competere con Amazon

Sì, avete letto bene. È difficile ma non impossibile. Come ci si aspetterebbe, Amazon di solito si aggiudica la Buy Box per i suoi prodotti, ma se il vostro prezzo è appena inferiore, otterrete visitatori che cliccano grazie al vostro prezzo anche se non avete la Buy Box. Per conquistare la Buy Box di Amazon sarà necessario un prezzo piuttosto aggressivo, ma si può fare!

10. Non cambiate troppo spesso le vostre strategie

In questo modo si perde solo tempo e si impedisce di rimanere competitivi, poiché i prezzi saranno molto variabili e non avranno mai la possibilità di stabilizzarsi. È una strategia migliore seguire semplicemente il flusso dei prezzi della concorrenza.

Pensieri finali

Sebbene non esista una formula specifica per le strategie di repricing di maggior successo, il repricing frequente ha perfettamente senso in un mercato come quello di Amazon, dove uno dei fattori principali è il prezzo.

Tuttavia, è molto dispendioso farlo manualmente, soprattutto se si hanno più di 50 articoli in inventario, quindi ha senso implementare un software di repricing.

La sperimentazione è la chiave per scoprire quali regole e strategie funzionano per i vostri prodotti. Per questo motivo è necessario effettuare dei test A/B per trovare l’approccio che porta il maggior numero di vendite e di profitti.

L’ideale sarebbe scegliere un concorrente all’interno della propria nicchia e perfezionare la propria strategia fino a trovare il punto di forza, conquistando la buy box e superandolo costantemente.

Repricer.com è il repricer Amazon più veloce sul mercato ed è un membro orgoglioso del Marketplace Developer Council di Amazon. Provate il repricing gratuitamente per 14 giorni e aumentate i vostri profitti su Amazon, eBay, Walmart, Shopify e altro ancora.

Correlato: Quali sono le caratteristiche principali da ricercare in un Amazon Repricer?

Chris Dunne
Chris Dunne
Digital Marketing Manager @ Repricer.com
Condividi questo articolo
Una soluzione dedicata per aiutare i rivenditori online a crescere più velocemente e a vendere di più!

Repricer

Riprezzamento automatico su Amazon per rimanere competitivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Vincete la Buy Box e moltiplicate i vostri guadagni. Per saperne di più...

Prova gratuita di 14 giorni

Non è richiesta la carta di credito

I più popolari
Indice dei contenuti

Altro da esplorare

informed repricer alternatives
Alternative a Informed.co Repricer

Cercate un repricer Amazon alternativo a Informed.co? Allora abbiamo l’elenco perfetto per voi. Sebbene Informed sia stata un’opzione affidabile per qualche tempo, le recenti modifiche

See our Privacy Notice for details as to how we use your personal data and your rights.