La guida definitiva all’ottimizzazione degli elenchi Amazon

Ultimate guide to amazon listing optimization

La gestione di un’attività Amazon di successo è molto impegnativa. Dalla scelta del prodotto giusto da vendere, all’essere sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza, alla commercializzazione dei prodotti, ai continui test e miglioramenti, c’è sempre qualcosa da fare.

Ma non andrete molto lontano senza impiegare strategie efficaci di ottimizzazione degli annunci su Amazon.

Trovare il prodotto perfetto da vendere è solo l’inizio. Anche se trovate il prodotto ideale, dovete assicurarvi che si distingua e attiri i clienti.

In parte si tratta di ottimizzarlo per l’algoritmo A10 di Amazon, per aumentare la visibilità delle inserzioni dei prodotti nella pagina dei risultati del motore di ricerca Amazon.

L’ottimizzazione del vostro annuncio è molto complessa e può sembrare un compito immane. In questa guida, esamineremo tutti i passi da compiere per ottimizzare le inserzioni, dal titolo dell’inserzione alle immagini del prodotto e al prezzo.

In questo modo potete assicurarvi di avere successo su Amazon ottenendo maggiore visibilità e rendendo il vostro prodotto più attraente per i clienti.

TL;DR

  • L’ottimizzazione dell’inserzione Amazon è essenziale se si vuole aumentare il traffico verso la propria inserzione e incrementare le vendite.
  • Ci sono diversi fattori chiave su cui concentrarsi quando si ottimizza l’inserzione, tra cui la ricerca di parole chiave, il titolo del prodotto, i punti elenco, la descrizione del prodotto, le immagini, i termini di ricerca e i prezzi.
  • Dovreste anche concentrarvi sull’ottenere recensioni positive e rispondere alle domande per ottimizzare ulteriormente il vostro annuncio.
  • Esplorate la pubblicità su Amazon per far visitare le vostre inserzioni a un numero ancora maggiore di clienti.
  • L’ottimizzazione delle inserzioni comporta test e miglioramenti continui se si vogliono ottenere i migliori risultati.

Perché l’ottimizzazione degli elenchi è importante?

Cerchiamo di capire bene perché l’ottimizzazione degli annunci è importante. Dopotutto, non è il caso di passare ore e ore a ottimizzare le inserzioni se poi non si ottengono i risultati desiderati.

I motivi principali sono due:

  • Aumentare la visibilità – L’ottimizzazione delle inserzioni consiste nell’ottimizzare le inserzioni per ottenere un posizionamento più elevato e per far sì che il vostro annuncio venga visto da più persone.
  • Aumentare le vendite – Dovete anche convincere gli acquirenti ad acquistare i vostri prodotti. Se ottimizzate il testo e le immagini, avrete maggiori probabilità di creare fiducia e di incoraggiare gli acquirenti a diventare tali.

Pertanto, è necessario concentrarsi sull’ottimizzazione delle inserzioni per ottenere più traffico, aumentare la visibilità dei prodotti e del marchio e incrementare il tasso di conversione.

Altrimenti, l’altro lavoro svolto per gestire la vostra attività su Amazon non darà i frutti sperati.

L’algoritmo Amazon A10

Amazon ha un proprio algoritmo di ricerca e l’ultima versione è l’algoritmo A10. È simile all’algoritmo di Google, in quanto cerca di mettere in contatto gli acquirenti con ciò che stanno cercando.

Ovviamente c’è molta concorrenza su Amazon. Potete aiutarvi ottimizzando i vostri annunci per ottenere un posizionamento più alto nei risultati di ricerca.

Sono molti i fattori che concorrono a un buon posizionamento, ma avere un elenco ottimizzato è uno dei più importanti. Inoltre, l’algoritmo viene aggiornato continuamente, proprio come l’algoritmo di Google, quindi è importante tenersi aggiornati su tutte le ultime modifiche.

Fattori chiave da considerare per l’ottimizzazione delle inserzioni

Per ottimizzare le inserzioni, è necessario concentrarsi su tutti i seguenti fattori chiave:

  • Ricerca di parole chiave
  • Titolo del prodotto
  • Caratteristiche principali del prodotto
  • Descrizione del prodotto
  • Immagini
  • Termini di ricerca del backend
  • Prezzi

In seguito, esamineremo tutti questi aspetti in dettaglio. È possibile ottimizzare le inserzioni in qualsiasi ordine, ma il punto di partenza migliore è la ricerca delle parole chiave.

1. Ricerca di parole chiave

ricerca di parole chiave amazon

L’ottimizzazione degli annunci Amazon deve iniziare con la ricerca delle parole chiave. Scegliendo le parole chiave giuste fin dall’inizio, vi farete un grande favore e risparmierete molto tempo per aiutare il vostro annuncio a posizionarsi.

Le parole chiave devono essere pertinenti. Quando gli acquirenti cercano il vostro prodotto, quali parole useranno?

È necessario scoprirlo e poi utilizzare le parole chiave nel proprio annuncio, ma soprattutto nei punti giusti (di cui parleremo più avanti).

Ci sono molti modi per trovare le parole chiave più importanti da utilizzare nel vostro annuncio.

  • Brainstorming
  • Ricerca sul prodotto
  • Strumento di terze parti

Brainstorming

È l’opzione più semplice, ma forse la meno accurata. Tuttavia, può fornire un buon punto di partenza.

Il brainstorming consiste semplicemente nel pensare a ciò che cerchereste se foste alla ricerca del vostro prodotto come clienti.

Quale sarebbe la prima cosa che digitereste nella barra di ricerca di Amazon?

Provate. Digitate alcune parole nella barra di ricerca e vedrete i suggerimenti di Amazon. Questi possono darvi ulteriori idee per i vostri sforzi di brainstorming.

Tenete un foglio di calcolo delle vostre parole chiave e aggiungetelo quando vi vengono in mente nuove idee.

Ricerca sul prodotto

La ricerca sui prodotti è simile al brainstorming, ma questa volta si utilizzano prodotti reali che compaiono nelle ricerche.

Iniziate a digitare una parola chiave che pensate possa essere usata dai clienti per trovare il vostro prodotto e vedete quali annunci compaiono tra i risultati.

Esaminate i risultati e date un’occhiata ai titoli dei prodotti, quindi scegliete le parole chiave più importanti che questi prodotti utilizzano nei loro titoli. È probabile che si tratti di parole chiave rilevanti perché utilizzate da prodotti di alto livello.

Anche in questo caso, fate un elenco in un foglio di calcolo e aggiungete alla lista tutte le nuove parole chiave che trovate.

Strumenti di terze parti

Anche se le opzioni di cui sopra possono aiutarvi a farvi venire qualche idea, è molto più rapido e semplice utilizzare uno strumento dedicato alla ricerca di parole chiave su Amazon.

Dovrete pagare per utilizzare questi strumenti, ma il tempo che vi faranno risparmiare per trovare le parole chiave migliori e più pertinenti può fare una grande differenza, soprattutto se state ottimizzando diversi annunci.

Ce ne sono diversi tra cui scegliere, tra cui MerchantWords e Keyword Scout. Sono tutti leggermente diversi, ma di solito comportano la digitazione del tipo di prodotto o dell’ASIN di un concorrente e la generazione di un gran numero di parole chiave.

Potreste iscrivervi ad alcuni di essi e utilizzare le loro prove gratuite per aiutarvi a decidere quale preferite.

Non solo è possibile trovare centinaia o migliaia di parole chiave, ma è anche possibile ordinarle in base all’importanza, al volume di ricerca più elevato, al buon posizionamento, alla pertinenza e altro ancora.

Troverete sia parole chiave a coda lunga che parole chiave a coda corta. Le frasi per parole chiave più lunghe sono più specifiche e meno competitive, mentre il volume di ricerca delle parole chiave più brevi tende a essere più competitivo.

La maggior parte di questi strumenti fornisce anche i costi pubblicitari per le parole chiave, che verranno analizzati in seguito.

Ricerca

Qualunque sia il metodo utilizzato, è importante dedicare un po’ di tempo alla ricerca delle parole chiave, perché influenzerà il resto dei vostri sforzi di ottimizzazione.

Quindi fate un brainstorming o iscrivetevi a uno dei più diffusi strumenti di ricerca di parole chiave e iniziate a formare il vostro elenco di parole chiave.

Correlato: Guida completa alla ricerca di parole chiave su Amazon nel 2023

2. Scrivere un titolo del prodotto ottimizzato

Ora che avete le vostre parole chiave, è il momento di passare a quella che è probabilmente la parte più importante del vostro annuncio: il titolo del prodotto.

Non è solo la prima cosa che gli acquirenti vedranno quando il vostro annuncio apparirà nei risultati di ricerca, ma è anche importante per la SEO di Amazon.

Il titolo dice all’algoritmo di A10 di cosa parla il vostro prodotto, quindi dovreste usare le parole chiave più importanti della vostra ricerca.

L’algoritmo esamina il titolo per capire se l’elenco dei prodotti è pertinente alla ricerca. L’ottimizzazione delle parole chiave del titolo può avere un grande impatto sulla visibilità dell’annuncio.

Rendete il vostro titolo lungo

La prima cosa da fare è assicurarsi di utilizzare il maggior numero possibile di parole chiave importanti nel titolo.

Per la maggior parte delle inserzioni sono consentiti 200 caratteri, ma non per tutte, quindi controllate le regole della vostra inserzione. Si tratta di un’area di quotazione importantissima, che dovete cercare di utilizzare il più possibile.

Le persone si aspettano di vedere su Amazon titoli lunghi che contengano le informazioni di cui hanno bisogno. Non cercano un titolo come quello di un blog che susciti curiosità: vogliono informazioni.

Le parole chiave più importanti del vostro elenco vi indicheranno il tipo di informazioni che gli acquirenti ritengono importanti.

Non usare parole chiave

Dovreste inserire tutte le vostre parole chiave in qualsiasi ordine? No, si tratterebbe di keyword stuffing. Se da un lato si vuole utilizzare il maggior numero possibile di titoli, dall’altro si vuole che il titolo sia leggibile.

Ricordate che, se da un lato deve essere ottimizzato per l’algoritmo, dall’altro deve avere un senso anche per gli acquirenti umani e fare appello a loro.

Mantenere un linguaggio chiaro e convincente

Assicuratevi che il titolo sia chiaro ed evitate di usare parole che possano creare confusione. Questo non farà altro che allontanare le persone.

Se il vostro prodotto è un multipack, rendetelo molto chiaro. Includete dettagli sulla quantità e sulle dimensioni del prodotto, oltre alle caratteristiche più importanti e a chi è destinato.

Dopo il nome del marchio, utilizzate le parole chiave più importanti e fornite dettagli sulle dimensioni e sulla quantità, sullo scopo principale del prodotto, sui casi d’uso, sui vantaggi e su qualsiasi altra specifica rilevante.

Seguire le migliori pratiche

Ci sono diverse buone pratiche da seguire per i titoli dei prodotti:

  • Le parole in maiuscolo non sono articoli, congiunzioni e preposizioni.
  • Usare le cifre invece di scrivere i numeri (“2” invece di “due”).
  • Evitate parole soggettive come “top seller”, “prodotto straordinario” e parole scontate come “saldi”.
  • Spezzate le parole chiave e i punti specifici con pipe (|) o trattini (-) per rendere più leggibili i titoli lunghi.

Dedicate del tempo a perfezionare il vostro titolo

Creare il titolo perfetto non è sempre facile. Ma dedicateci un po’ di tempo, perché un buon titolo di prodotto continuerà a farvi vendere il vostro prodotto per gli anni a venire.

Ricordate che è sufficiente utilizzare una parola chiave una sola volta nell’intero elenco perché venga conteggiata dall’algoritmo. Quindi non è necessario ripeterlo nei punti e nella descrizione del prodotto, a meno che non lo si voglia fare, e non si otterranno altri punti per averlo usato più volte.

In definitiva, il vostro obiettivo è quello di ottenere il posizionamento del vostro prodotto, ma anche di ottenere un clic. Una volta che qualcuno clicca sul vostro annuncio, potete persuaderlo con il testo e le immagini.

L’importante è trovare il giusto equilibrio, quindi dedicate del tempo al vostro titolo e guardate cosa fanno gli altri prodotti per avere qualche idea.

3. Caratteristiche principali del prodotto

La parte più importante dell’inserzione è la sezione Caratteristiche principali del prodotto, chiamata anche “caratteristiche principali” o semplicemente “punti elenco”.

Molte persone che cliccano sul vostro annuncio non leggono oltre i punti salienti, quindi assicuratevi che questi includano le informazioni più importanti.

Proprio come per il titolo, è bene utilizzare le parole chiave più importanti negli elenchi puntati, dove hanno un impatto maggiore sull’algoritmo.

È possibile utilizzare fino a cinque punti elenco. Anche in questo caso, si tratta di spazi chiave, quindi assicuratevi di utilizzarli tutti.

Ricordate che se avete usato le parole chiave nel titolo, non è necessario usarle di nuovo nei titoli. Può avere senso usarle, quindi non è necessario evitarle, ma l’obiettivo principale dovrebbe essere quello di includere altre parole chiave.

Come scrivere punti elenco

Non esistono regole fisse su come scrivere i proiettili. Tuttavia, molte inserzioni di prodotti presentano una caratteristica o un vantaggio chiave del prodotto in lettere maiuscole, seguita da una spiegazione più dettagliata.

È qui che entrano in gioco le buone pratiche di copywriting.

Dovete persuadere gli acquirenti che vale la pena spendere i vostri soldi per il vostro prodotto e mostrargli in che modo esso sarà utile alla loro vita. Il vostro obiettivo è convincerli che si tratta di un’ottima scelta, includendo sottilmente le parole chiave più importanti.

Ecco alcune cose importanti da ricordare:

  • I punti elenco devono contenere le informazioni più importanti che le persone vorranno conoscere. Ciò significa dimensioni, qualità, materiali, colori, ecc.
  • Evitate di usare frasi vuote come “alta qualità”. Dovete dimostrare loro perché il vostro prodotto è di qualità superiore.
  • Assicuratevi di comunicare il vostro messaggio in modo chiaro. Sebbene le parole chiave siano essenziali, non lasciate che il messaggio si perda tra le parole chiave.
  • Manteneteli chiari e concisi. I punti elenco devono contenere un massimo di 1.000 caratteri per tutti e cinque i punti elenco insieme.
  • Ma non pensate di dover usare tutti i caratteri. È bene sfruttare lo spazio disponibile per le parole chiave, ma è possibile mantenerle più corte se si preferisce.
  • I punti salienti sono le caratteristiche e i vantaggi più importanti che si desidera far conoscere.

Anche in questo caso, si tratta di un’abilità che richiede tempo e pratica. Ognuno ha il proprio modo di scrivere i punti elenco, quindi fate quello che funziona per voi. Controllate le altre inserzioni per vedere come presentano le caratteristiche principali del prodotto per trarne ispirazione.

4. Descrizione del prodotto

ottimizzare la descrizione dell'elenco dei prodotti

L’ultima parte dell’inserzione che comporta la creazione di copie è la descrizione del prodotto.

È possibile utilizzare fino a 2.000 caratteri. Anche in questo caso, dovreste cercare di utilizzare tutto lo spazio disponibile per inserire il maggior numero possibile di parole chiave pertinenti.

Invece di concentrarsi sui vantaggi in forma di elenco puntato, qui si ha più spazio per entrare nei dettagli ed essere più descrittivi e persuasivi con il proprio linguaggio.

Le parole chiave sono ancora importanti, ma nella descrizione del prodotto hanno un peso minore rispetto al titolo e ai punti elenco. Le parole chiave più importanti dovrebbero essere già state utilizzate nel titolo e nei titoli, quindi la descrizione è il punto in cui si devono utilizzare le altre.

Utilizzare un testo persuasivo

Sebbene si debbano utilizzare tutte le parole chiave che si possono ragionevolmente inserire, ci si deve concentrare maggiormente sul fornire informazioni e sul convincere i clienti ad acquistare.

  • Mostrate perché il vostro prodotto è superiore agli altri.
  • Usate un tono amichevole e sottolineate tutte le caratteristiche che non sono state inserite nei punti elenco.
  • Ribadite i principali punti di vendita e tutte le informazioni importanti per gli acquirenti al momento della decisione.
  • Evitate il linguaggio promozionale e le frasi soggettive. Concentratevi su fatti e dettagli.
  • Suddividetelo in sezioni. Piuttosto che un lungo blocco di testo, utilizzate frasi e paragrafi brevi e rendeteli facili da leggere.

Cercate di far capire come la vostra azienda possa essere utilizzata per migliorare la vita dell’acquirente. Spiegate il modo migliore di usare il vostro prodotto per trarne il massimo beneficio e mostrate come avrà un impatto positivo sulla loro vita.

Ricerca altri annunci

Leggete le descrizioni di altri prodotti, preferibilmente dei vostri concorrenti. Quali si distinguono per voi? Quali descrizioni vi fanno venire voglia di comprare?

Non copiateli, ma cercate di individuare gli aspetti più efficaci che li rendono migliori. Utilizzate le stesse tecniche per il vostro annuncio.

Entrate nei dettagli, compresi i materiali, i colori, l’imballaggio e tutto ciò che le persone vorrebbero sapere.

Recensioni e domande sull’uso

Quando iniziate a ricevere recensioni, usatele per ottimizzare ulteriormente la descrizione del prodotto.

Le persone possono evidenziare caratteristiche a cui non avete pensato, ma che per loro sono importanti. Parlare di queste caratteristiche nella descrizione del prodotto.

Utilizzate la stessa idea per le domande e le risposte. Se vi vengono poste domande su informazioni che non avevate pensato di includere, assicuratevi di inserirle nell’annuncio da qualche parte.

Verifica della precisione

Infine, controllate due volte l’ortografia e la grammatica. Le persone saranno scoraggiate da errori evidenti perché suggeriscono che non vi prendete cura della vostra attività.

L’intera descrizione deve dare l’impressione che vi interessiate ai vostri clienti e alla loro esperienza. Dovrebbe dimostrare loro che ci si può fidare di voi.

5. Immagini

Mentre gli altri fattori si riferiscono al copy e alle parole chiave, l’ottimizzazione delle immagini assicura che l’elenco dei prodotti abbia il giusto impatto visivo.

Utilizzare foto professionali

utilizzare immagini professionali

La prima cosa da ricordare è di utilizzare immagini professionali. Così come gli errori e gli errori di ortografia nel vostro testo allontanano gli acquirenti, lo stesso vale per le immagini di cattiva qualità.

Le foto sfocate dimostrano che non ci si preoccupa di utilizzare le immagini migliori e non danno molta fiducia. Possono ridurre la fiducia e avere un impatto negativo sulle conversioni.

Quindi scattate foto professionali. Dovete farlo una sola volta e le vostre immagini continueranno a vendere i vostri prodotti per anni, più che compensando il costo della fotografia.

Rispettare le linee guida

Assicuratevi di soddisfare tutti i requisiti di Amazon in materia di immagini. È necessaria un’immagine principale, da scegliere con cura. Deve mostrare chiaramente il prodotto su uno sfondo bianco.

Tutte le immagini devono essere chiare e contenere informazioni sul prodotto. Devono rappresentare accuratamente il prodotto e corrispondere al titolo del prodotto.

Non devono essere troppo piccoli. Devono avere una larghezza di 1.000 pixel e un’altezza di 500 pixel. Per un’esperienza ottimale, le immagini dovrebbero avere una lunghezza di 1.600 pixel. Questo per garantire uno zoom ottimale che permetta agli acquirenti di ingrandire e vedere i dettagli.

Inoltre, il prodotto stesso dovrebbe occupare l’85% o più dell’immagine e non dovrebbero esserci parti sfocate o aree pixelate nell’immagine.

Utilizzate il maggior numero di immagini possibile

Dovreste anche utilizzare tutte le immagini consentite. Attualmente è possibile utilizzare fino a sette immagini in totale. Tuttavia, la situazione può cambiare, quindi è bene informarsi sul numero di persone che si possono utilizzare e puntare a utilizzare il numero massimo consentito.

Mostrate il prodotto da diverse angolazioni. Le persone vogliono avere la sensazione di tenerlo tra le mani.

Mostrare le dimensioni del prodotto. Invece di elencare solo le misure, mettete il vostro prodotto accanto a un oggetto di cui si conoscono immediatamente le dimensioni o mostrate qualcuno che lo tiene in mano.

Utilizzate immagini dello stile di vita

immagini di lifestyle

Cercate di includere almeno un’immagine lifestyle che mostri il vostro prodotto in azione. Ad esempio, se vendete un giocattolo per cani, mostrate un cane che corre in giardino e lo afferra.

Questo può aiutare i vostri potenziali clienti a immaginare di utilizzare il vostro prodotto.

Utilizzare le infografiche

È inoltre possibile aggiungere informazioni alle immagini per aiutare l’acquirente fornendo informazioni visive.

Ad esempio, si possono evidenziare le caratteristiche e i vantaggi per gli acquirenti che non vogliono leggere gli elenchi puntati.

Correlato: Come strutturare la galleria di immagini di Amazon per ottenere il massimo della conversione

6. Termini di ricerca del backend

Si spera che abbiate utilizzato tutte le nostre parole chiave principali nel titolo, nelle caratteristiche del prodotto e nell’elenco dei prodotti. Ma forse non siete riusciti a inserirli tutti.

Amazon fornisce i termini di ricerca di backend, noti anche come parole chiave di backend, in modo da poter aggiungere le parole chiave più importanti in questo campo.

Le parole chiave relative a un prodotto possono essere molte, ma Amazon non vuole che i venditori riempiano le loro inserzioni con tutte le parole chiave possibili. In questo modo è possibile includere altre parole chiave rilevanti senza ricorrere al keyword stuffing.

È possibile aggiungere fino a 250 byte a questo campo; un byte equivale a una lettera o a un numero. Non superare i 250 byte. Se lo fate, nessuna delle parole chiave verrà utilizzata.

Questo campo deve essere riempito con tutti i termini rimanenti che non compaiono in nessun altro punto dell’elenco. Ricordate che non c’è alcun vantaggio nell’includere le parole chiave più di una volta.

Questo campo può essere utilizzato anche per i sinonimi e le abbreviazioni, ma non deve includere gli errori ortografici.

Non preoccupatevi di includere la punteggiatura: separate le parole chiave con uno spazio. Inoltre, non utilizzate parole di interruzione come “per” o “un”.

Per trovare questo campo, accedere al proprio account Amazon Seller Central e andare su “Inventario”. Quindi andate su “Gestione dell’inventario”, scegliete il vostro annuncio e andate alla scheda “Parole chiave”.

7. Prezzi

Infine, parliamo di prezzi. Il giusto prezzo aiuta a ottimizzare il vostro annuncio. Se fate bene tutto il resto e create un annuncio attraente, persuasivo e ottimizzato per le parole chiave, un prezzo allettante può essere il pezzo finale del puzzle.

Una volta creato il titolo, ad esempio, non sarà necessario modificarlo, a meno che i test non dimostrino che è necessario cambiarlo.

Il prezzo, invece, è un elemento del vostro annuncio che potete e dovete modificare regolarmente. Più volte al giorno.

La concorrenza su Amazon è spietata, come sicuramente saprete. Le persone vanno su Amazon aspettandosi di trovare il prezzo migliore e spesso scelgono un prodotto in base al suo prezzo.

Dovete assicurarvi che i vostri prodotti abbiano un prezzo il più possibile competitivo, pur riuscendo a realizzare un profitto.

Ci sono diversi modi per farlo.

Confronto con altri annunci

Potreste semplicemente osservare le inserzioni dei concorrenti, scoprire a che tipo di prezzo vendono e rendere la vostra più competitiva.

Calcolate il minimo assoluto a cui potreste vendere il vostro articolo e assicuratevi di ottenere ancora un profitto dopo aver tenuto conto di tutte le spese.

Ma i prezzi sono un aspetto da tenere d’occhio. Sebbene all’inizio possiate controllare i prezzi dei vostri concorrenti e usarli per stabilire il vostro prezzo competitivo, sappiate che i prezzi cambiano continuamente.

Se volete che il vostro prodotto rimanga competitivo, dovrete continuare a modificare il prezzo. Ciò comporta la riduzione dei costi e il successivo aumento del prezzo quando è opportuno.

È qui che entra in gioco una strategia di repricing.

Riprezzamento automatico

Potreste effettuare il repricing manualmente. Questo comporta la modifica dell’elenco da parte vostra. Ma anche con un numero ridotto di inserzioni, questo diventa rapidamente impraticabile.

Può essere necessario molto tempo per controllare tutte le inserzioni dei concorrenti e agire di conseguenza sul proprio prezzo.

Molti venditori preferiscono invece utilizzare uno strumento di repricing automatico come Repricer.

Repricer si occupa delle attività di repricing per voi e automatizza il processo in modo che non dobbiate preoccuparvi di nulla.

Basta decidere un metodo di riprezzamento, impostare le regole, compresi i prezzi minimi e massimi, e lasciarlo lavorare.

Terrà traccia di tutte le inserzioni concorrenti e saprà non appena i loro prezzi cambieranno. Quindi agirà di conseguenza, modificando il prezzo del prodotto per rimanere competitivo. E fa tutto in modo incredibilmente rapido.

Qualunque sia la vostra scelta, assicuratevi di prestare attenzione ai prezzi, perché possono fare una grande differenza per i vostri risultati complessivi.

Correlato: La guida definitiva alla riprezzatura su Amazon nel 2023

Altri suggerimenti per l’ottimizzazione

I sette fattori di cui sopra sono i più importanti quando si tratta di ottimizzare le inserzioni su Amazon. Ma ci sono diversi altri aspetti da tenere a mente.

Continuate a leggere per ulteriori consigli di ottimizzazione che vi aiuteranno a ottenere il massimo dalle vostre inserzioni.

Ottieni altre recensioni

Ottenere più recensioni per una migliore ottimizzazione dell'inserzione su Amazon

Le recensioni sono assolutamente essenziali su Amazon. Sono una potente forma di prova sociale e contribuiscono a dare ai clienti fiducia nel vostro prodotto.

Anche se il venditore dirà sempre cose positive sui propri prodotti, le recensioni dei clienti contribuiscono a dare maggiore fiducia agli acquirenti.

Molte recensioni negative possono avere un impatto negativo sulle vostre vendite, ma il contrario è vero se avete recensioni positive.

Dopo aver ottimizzato il vostro elenco di prodotti utilizzando tutti i fattori di cui sopra, sforzatevi di ottenere più recensioni. Questa operazione può richiedere molto tempo, ma ne vale la pena. Anche con un’inserzione mal ottimizzata, è possibile realizzare vendite se le recensioni sono buone.

Come già accennato in precedenza, potete anche utilizzare le vostre recensioni, ricavandone informazioni e utilizzandole per ottimizzare il vostro annuncio.

Se alcune persone lasciano una recensione negativa perché pensano che il vostro prodotto sia più grande di quanto non sia in realtà, assicuratevi di essere più chiari sulle sue dimensioni nell’inserzione, magari utilizzando un’immagine migliore.

Come ottenere più recensioni

Se vendete un ottimo prodotto, dovreste ottenere naturalmente recensioni positive. Questo è il fattore più importante.

Amazon invierà anche un’e-mail di richiesta di recensione dopo la vendita per incoraggiare i clienti a fornire il loro feedback.

Ma c’è anche un pulsante “Richiedi una recensione”, che può essere utilizzato per inviare una richiesta di recensione una tantum.

È possibile farlo manualmente e, se si dispone di un solo prodotto, può avere senso. Ma se avete più prodotti e state realizzando decine o centinaia di vendite, è un’operazione che potreste voler automatizzare.

Ci sono diversi strumenti che possono essere utilizzati per inviare richieste di revisione automatiche via e-mail, il che potrebbe farvi risparmiare un po’ di tempo.

La nostra società sorella, FeedbackExpress, è stata progettata per aiutarvi a generare recensioni con il pilota automatico. Ciò consente di indirizzare i feedback positivi con richieste selettive intelligenti su Amazon, eBay, Trustpilot e altro ancora.

Utilizzare Vine

Potreste anche prendere in considerazione la possibilità di iscrivervi al programma Vine. Se avete appena iniziato con un nuovo prodotto, questo è un buon modo per ottenere le prime 30 recensioni.

Rispondere alle recensioni

Dovete anche rispondere rapidamente se ricevete una recensione negativa. Potreste offrire un rimborso o una sostituzione e il venditore potrebbe rimuovere il suo riscontro.

Risposte alle domande

Proprio come le recensioni, la sezione “Domande e risposte” vi offre un’altra opportunità per ottimizzare il vostro annuncio aggiornandolo.

Le persone faranno domande sul vostro prodotto e voi dovrete rispondere il più rapidamente possibile e con il maggior numero di dettagli.

Anche se le persone fanno domande a cui avete già risposto chiaramente nell’inserzione, non mostratevi frustrati. Questo può scoraggiare le persone.

Se rispondete alle domande in modo corretto e professionale, possono essere un ottimo modo per creare fiducia non solo con l’acquirente specifico che pone la domanda, ma anche con gli altri acquirenti che consultano il vostro annuncio.

Se vedono che siete attivi e disposti ad aiutare, si fidano e hanno maggiori probabilità di scegliere il vostro prodotto.

Molte domande e risposte dettagliate possono contribuire a migliorare il vostro posizionamento. Ma usateli per qualcosa di più.

Sono anche un ottimo modo per entrare nella testa del vostro cliente target. Che tipo di cose sono importanti per loro? Cosa vogliono sapere prima di acquistare un prodotto?

Se una domanda continua a presentarsi, è possibile che non abbiate chiarito le informazioni nell’inserzione. Come per le recensioni, prendete le informazioni e migliorate il vostro annuncio.

Rendere il testo accattivante

Ne abbiamo già parlato, ma è un punto importante. Il testo del vostro annuncio deve utilizzare le parole chiave per migliorare il vostro posizionamento. Ma deve anche essere coinvolgente.

Volete creare un legame con i vostri clienti. Quando visitano il vostro annuncio e leggono il testo, volete che si sentano obbligati ad acquistarlo.

Parlate loro come se fossero persone reali ed entrate in empatia con le loro esigenze e i loro desideri. Rispondete alle loro domande prima che le facciano e utilizzate un tono amichevole e professionale, evidenziando i vantaggi del vostro prodotto.

Fate un quadro di come sarà la vita con il vostro prodotto, di come risolverà un problema che stanno affrontando e di come renderà loro la vita più facile.

Tutti questi elementi sono essenziali quando si tratta di copywriting efficace e possono davvero fare la differenza tra ottenere una vendita o meno.

Utilizzare contenuti A+

Continuando dal punto precedente, c’è un modo per far sì che il vostro annuncio si distingua davvero dalla massa: utilizzare A+ Content.

Mentre le inserzioni standard sono costituite da copia e immagini nella sezione immagini, A+ Content vi permette di creare un’inserzione che incorpora elementi di design, tra cui immagini, titoli e sezioni di copia, per presentare le informazioni in modo più convincente.

Una volta si chiamava Enhanced Brand Content e probabilmente l’avrete visto in altre inserzioni. Se si desidera utilizzare i contenuti A+, è necessario essere iscritti al Brand Registry, quindi non è adatto a tutti. Ma dovreste almeno prenderlo in considerazione.

Potrete scegliere tra diversi layout per distinguere il vostro annuncio e renderlo unico.

Potete anche aggiungere il vostro marchio, usare ancora più immagini e dare vita all’annuncio. Trasformatela in una descrizione accattivante del vostro prodotto e ricavate uno spazio aggiuntivo per il copy che lo faccia risaltare.

Questo può contribuire a migliorare le classifiche e le vendite se lo si fa in modo corretto.

Esplora gli annunci sponsorizzati

utilizzare gli annunci sponsorizzati per l'ottimizzazione degli annunci di prodotti amazon

Abbiamo accennato brevemente alla pubblicità su Amazon quando abbiamo parlato della ricerca delle parole chiave.

Quando si ricercano le parole chiave, molti degli strumenti che si possono utilizzare forniscono informazioni sul costo di alcune parole chiave e sulla loro competitività, informazioni che possono essere utilizzate per le campagne pubblicitarie.

Perché parlare di annunci sponsorizzati? Perché l’ottimizzazione delle inserzioni di Amazon serve a ottenere maggiore visibilità per le inserzioni e a generare più vendite.

La pubblicità su Amazon può offrirvi un’opzione rapida, facendo apparire il vostro annuncio più in alto nei risultati di ricerca, dove un maggior numero di acquirenti lo vedrà e, si spera, farà clic su di esso.

Esistono diverse opzioni pubblicitarie: Prodotto sponsorizzato, Marchio sponsorizzato e Annunci display sponsorizzati.

Probabilmente inizierete con gli annunci di prodotti sponsorizzati. Si tratta di annunci PPC che si pagano quando qualcuno fa clic sul vostro annuncio e visita la vostra inserzione.

Sono l’opzione più semplice e diretta e possono dare un forte impulso alla vostra inserzione.

Si consiglia di farlo all’inizio, prima di avere molte recensioni, per ottenere più vendite e recensioni positive. Poi, quando il vostro annuncio appare più in alto nei risultati di ricerca, potete smettere di fare pubblicità.

Oppure potete continuare a fare pubblicità: tutto dipende dalla vostra strategia.

Ma non scartate l’idea di pagare le visite, perché può essere vantaggioso. In un mercato competitivo come quello di Amazon, potrebbe darvi il vantaggio di cui avete bisogno.

Una cosa da ricordare è che se utilizzate la pubblicità, non ignorate l’ottimizzazione delle inserzioni. È altrettanto importante. Gli acquirenti vogliono comunque vedere immagini di alta qualità e titoli ottimizzati, e voi dovreste includere le parole chiave principali proprio come fareste se non steste facendo pubblicità.

Questo può contribuire a migliorare i risultati pubblicitari, a ridurre i costi e ad aumentare le conversioni.

Correlato: La guida completa alla pubblicità su Amazon nel 2023

Testate le vostre inserzioni

Infine, l’ottimizzazione degli annunci Amazon non è qualcosa che si può impostare e dimenticare.

Se seguite le strategie di questa guida, riuscirete a rendere il vostro annuncio migliore della stragrande maggioranza degli annunci in circolazione, grazie a un ottimo titolo, a immagini accattivanti e a un testo convincente.

Ma non fermatevi qui. L’ottimizzazione è sempre un miglioramento costante.

Così come il repricing è un’operazione da fare in continuazione per mantenere i prodotti competitivi, non bisogna impostare l’inserzione e dimenticarsene una volta soddisfatti del proprio livello di ottimizzazione.

È possibile utilizzare strumenti per testare diverse versioni degli annunci e apportare miglioramenti.

Ad esempio, Amazon vi permette di farlo con la funzione“Gestisci i tuoi esperimenti” che troverete in Seller Central.

Eseguite test A/B con questo strumento. In questo caso si creano due versioni dell’annuncio con una sola differenza. Potrebbe essere il titolo del prodotto, l’immagine principale o i punti elenco, ad esempio.

Testate le diverse varianti e confrontate i risultati. Se uno di essi ottiene un numero di vendite sensibilmente maggiore, saprete di dover utilizzare questa versione.

Aggiornate la vostra inserzione di conseguenza, quindi testate un altro elemento. In questo modo è possibile continuare a migliorare il proprio annuncio e apportare miglioramenti che portano a maggiori vendite.

I test sono importanti perché spesso è difficile sapere esattamente quali elementi faranno la differenza. Si potrebbe pensare che un’immagine porti a risultati migliori, ma potrebbe essere vero il contrario. Non lo saprete finché non farete il test.

Utilizzate quindi i dati per prendere le vostre decisioni e continuate ad aggiornare e migliorare il vostro annuncio nel tempo per ottenere più conversioni e aumentare i profitti.

Conclusione

L’ottimizzazione degli annunci su Amazon è un aspetto che ogni venditore deve considerare. Potreste avere il miglior prodotto nella vostra nicchia e dedicare ore di lavoro per ottenere più vendite. Ma se il vostro annuncio non è ottimizzato, non otterrete la stessa esposizione nei risultati di ricerca e non realizzerete altrettante vendite.

Seguire la procedura descritta sopra. Effettuate una ricerca dettagliata sulle parole chiave, quindi ottimizzate il titolo del prodotto, i punti elenco, la descrizione del prodotto, le immagini e i termini di ricerca.

Mettete in atto una buona strategia di repricing, concentratevi sulla creazione di recensioni positive e sulla risposta alle domande, e utilizzate le informazioni per migliorare le vostre inserzioni di prodotti. Potreste anche esplorare la pubblicità su Amazon.

Quindi continuate ad aggiornare le vostre inserzioni per ottimizzarle ulteriormente e fate tutto il possibile per ottenere più vendite e rendere la vostra attività su Amazon un successo.

repricer prova gratuita acquistare box cta
Ronan White
Ronan White
SEO and content marketing executive at Repricer. Loves cycling, cinema, a few beers and all things outdoors.
Condividi questo articolo
Una soluzione dedicata per aiutare i rivenditori online a crescere più velocemente e a vendere di più!

Repricer

Riprezzamento automatico su Amazon per rimanere competitivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Vincete la Buy Box e moltiplicate i vostri guadagni. Per saperne di più...

Prova gratuita di 14 giorni

Non è richiesta la carta di credito

I più popolari
Indice dei contenuti

Altro da esplorare

informed repricer alternatives
Alternative a Informed.co Repricer

Cercate un repricer Amazon alternativo a Informed.co? Allora abbiamo l’elenco perfetto per voi. Sebbene Informed sia stata un’opzione affidabile per qualche tempo, le recenti modifiche

See our Privacy Notice for details as to how we use your personal data and your rights.